Hervè Ingrand “Cetéternelatelier” press release 2005

Comunicato Stampa

Dal 16 Maggio al 30 Giugno 2005 – Inaugurazione 16 Maggio dalle 19.00 alle 21,30.

Galleria A : Hervè Ingrand “Cetéternelatelier”  

“L’idea di mettere in mostra l’atelier, in quanto opera d’arte mi è venuta quando le persone che incontravo volevano ‘toccare’ da vicino l’artista, volevano recarsi nell’atelier, nel luogo cioè della creazione artistica. Questa posizione ha fatto nascere in me la voglia di trasformare l’ atelier in una vera e propria opera d’ arte. Finalmente ci si poteva trovare all’ interno dell’ atelier diventato, per l’ occasione, opera d’ arte, una grande pittura installata”.

Sono le parole di Hervè Ingrand che nel 1994 inizia quel processo creativo che si svilupperà attorno al principio e alla realizzazione  di 7 atelier , a quella ‘pittura installata’ che, se da un lato può ricordare l’idea romantica e storica  dell’ atelier , tipicamente francese, dall’altro, con uno scarto temporale, quella della rete web e di conseguenza  delle sue estensioni.

Quindi, da un lato,  il luogo della creazione della produzione artistica (il centro delle informazioni) , dall’altro, l’oggetto : il quadro (la periferica)) assume l’ ambivalente capacità di essere soggetto ed oggetto dell’azione artistica. Questa visione ipertestuale ,in cui confluiscono tutti gli elementi del dipingere : gli  oggetto reali, le pareti dello studio, il pavimento, ed infine le azioni performative all’interno dell’ atelier( La caduta dello specchio), diventano memoria e documento del lavoro dell’artista ed oggi oggetto immaginifico della rappresentazione.

Essa è , nello stesso tempo, prismatica visione di cifre stilistiche che viaggiano dirette attraverso la storia della pittura sino ad arrivare alla tela, ed anche  rappresentazione dei dettagli di quei 7 atelier, che costituivano e sono le fondamenta concettuali del lavoro di Ingrand.